Pubblicato il 06/10/2020

Dicitura in fattura - Credito investimenti strumentali

Vi segnaliamo che qualora nella fattura di acquisto o leasing e/o nell’altra documentazione (es. ordini e relative accettazioni, DDT, contratti di leasing, bonifico) non sia stata inserita la dicitura richiesta dalla normativa di riferimento non si perde il diritto di accedere all’agevolazione, in quanto è possibile integrare i documenti già ricevuti.

Le risposte agli interpelli n. 438 e 439 dell'Agenzia delle Entrate chiariscono i dubbi in merito alla documentazione idonea a dimostrare l'effettivo sostenimento e la corretta determinazione dei costi agevolabili. In sintesi, l'agenzia precisa che in caso di documenti privi del riferimento all'articolo 1, commi da 184 a 197, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, occorrerà regolarizzare tale omissione, anche se i beni sono acquisiti in leasing, prima dell’avvio di eventuali attività di controllo.

La regolarizzazione può avvenire alternativamente mediante:

  • apposizione della dicitura "bene agevolabile ai sensi dell’articolo 1 commi 184-197 della Legge 160/2019" manualmente oppure mediante utilizzo di un apposito timbro, sulle fatture (sia di saldo che di acconto) originali ricevute in modalità cartacea (es: da fornitori UE ed extra UE) o sulla stampa in formato cartaceo delle fatture elettroniche.
    Vi consigliamo di apporre tale dicitura anche su ordini, conferma ordine del fornitore, contratti di leasing, DDT, verbali di collaudo e consegna, contabili di pagamento e bonifici.
   ovvero
  • integrazione elettronica da unire all'originale, da trasmettere allo SDI e successivamente da conservare insieme al file originale.

Scadenza: 31/12/2025


TRANSIZIONE 5.0

Nuovo credito d'imposta in percentuale sull'acquisto di beni materiali e immateriali 4.0 che contribuiscano all'efficientamento energetico, beni per produzione di energia da fonti rinnovabili e formazione in ambito green.

 

Vai al bando

Scadenza: Dal 27/07 fino a esaurimento fondi


BANDO SIMEST 2023

Agevolazione per investimenti in: innovazione digitale e transizione ecologica, partecipazione a fiere ed eventi internazionali, sviluppo dell'e-commerce, inserimento in mercati esteri, certificazioni, consulenze per l'internazionalizzazione e temporary manager.

 

Vai al bando

Scadenza: 30/06/2026


CREDITO D'IMPOSTA INDUSTRIA 4.0

Nuovo credito d'imposta in percentuale sull'acquisto di beni strumentali nuovi (anche in leasing). Proroga agevolazioni fino al 30/06/2026.

 

Vai al bando

 

Guarda tutti i bandi